IL BOCCOLO INNAMORATO E IL 25 APRILE

Ben ritrovati a tutti i lettori di LiveMedia24 in occasione della festa di San Marco a Venezia e del 25 aprile ho dedicato alcune poesie.

La prima poesia l’ho scritta lo scorso marzo, nel video che seguirà ringrazio l’attore Michele Boschini per la sua interpretazione

 

IL BOCCOLO INNAMORATO

Un boccolo innamorato

Un bacio mozzafiato

Per il tuo ricordo

Tra i rovi e le spine

A San Marco sei arrivato

La liberazione dal nemico

Che aleggia ancora in noi

Un leone da onorare nella piazza della Basilica

In una città ormai spoglia

Priva di argomenti

Oltre ai turisti vaccinati

Un nuovo stimolo

Per continuare a cantare

Con quel fiore che giace

Nelle tue mani forti

Di un porto sicuro

Che tornerà a brillare

http://youtube.com/shorts/0BRWIzp-j3c

(Foto: Alessio Novello).

La seconda poesia Liberazione apparente l’ho scritta la settimana scorsa, la foto del boccolo è di Alesio Novello che ringrazio.

 

LIBERAZIONE APPARENTE

Tengo nella mia mano

Quel boccolo essiccato

Nei ricordi gioiosi

Della liberazione apparente

La folla che esulta

I carri armati a strisce

I nostri occhi accesi

In quel futuro già passato

Nelle rughe del tempo

Assaporo ancora quel momento

Il boccolo innamorato

(Foto: Alessio Novello).

La terza è una prosa l’ho scritta in occasione del 25 aprile del 2020 in pieno lockdown, seguirà il video.

Il tricolore sui balconi

Le primule le rose

Il profumo di primavera

Un fazzoletto fuori dall’armadio

Una liberazione di 75 anni fa

Ricordi sfocati carro armati americani

Aerei nazisti a terra

Il tempo lontano ci riporta le immagini di allora

Nel 2020 un’altra guerra di intenti

Una storia diversa che aspetta la fine e la libertà

Il bianco e il nero

I video online

Anni di storie di partigiani e pochissimi di loro rimasti.

Il verde, il bianco e il rosso

Assonanza nazionale

Almeno lì in apparenza siamo rimasti uguali

Adesso serve una nuova realtà

Un nuovo modo di liberarsi dalle catene e dai controlli

Essere liberi di sognare

Agire e parlare

Nel sistema tecnologico la guerra è ancora qua

Onore ai nostri ragazzi di quel memorabile 25 aprile del’45

Aspettiamo la prossima festa di pandemia

Per ricordare ciò che siamo veramente

Spero che il vento non spazzi via la nostra riflessione ci rimanga un grezzo tricolore privo di colore.

Le nuove generazioni digitali non scorderanno questa triste pandemia e nella luce dei loro occhi rivedo già quella del partigiano o portami via o bella ciao

Buon 25 aprile

http://https://youtu.be/aAaoM6JAYe8

La Basilica

 

La quarta poesia luci e ombre l’ho scritta a Venezia lo scorso novembre, seguirà il video che ho fatto

 

LUCI E OMBRE A VENEZIA

Una pagina spoglia

Una piazza inerme

La bellezza si insinua

Cappelli di luce sull’acqua

Panchine rosse sorridono

Nel passaggio vuoto

Ponte dell’accademia fiorente

Nel silenzio impenetrabile

Luci e ombre della città

Unica per la sua particolarità

Aleggiano nel sospiro

Un balcone senza filo

Una chiesa da fotografare

Un panorama mozzafiato

Senza il vento del passato

Nel deserto della gente

Venezia sei più splendente

In un sogno che continua

La regina del turismo

Tornerà in un’altra realtà

http://https://youtu.be/aAEIfr4ROAU

Foto: Matteo Salvalaggio

In attesa di ritrovarci a maggio aspetto un tuo ritorno su questa rubrica,

Buona 25 aprile, Eros Rovoletto per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.