Quarta serata del 72° Festival di Sanremo

Ha inizio la quarta serata del 72° Festival di Sanremo, guidata sempre da Amadeus con al suo fianco la bellissima, giovanissima, Maria Chiara Giannetta, che abbiamo potuto ammirare nella serie “Blanca”, andata in onda recentemente sull’ammiraglia Rai. La serata è dedicata alle cover, ai vecchi successi, e molti dei cantanti in gara saranno accompagnati, per l’occasione, da importanti colleghi. A dare inizio alle danze, Noemi con la bellissima, “(You make me feel like) A natural woman” di Aretha Franklin ed è poi la volta di Giovanni Truppi con Vinicio Capossela con “Nella mia ora di libertà” di De Andrè.

A presentare Yuman e la sua cover di “My Way”, accompagnato da Rita Marcotulli al pianoforte, proprio la Giannetta, presentata pochi minuti prima da Amadeus. Insieme, allegramente, hanno realizzato un divertentissimo sketch. A seguire, Le Vibrazioni con “Live and let die” con Sophie and the Giants, per poi passare la palla a Sangiovanni con “A muso duro”, accompagnato dalla fantastica Fiorella Mannoia. Sesta in gara, insieme alla collega Michielin, Emma con “Baby one more time” di Britney Spears.

Stacco pubblicitario e la gara riprende con il sempre carichissimo Gianni Morandi che intona un “Medley” dei suoi tanti successi, annessi a quelli di Jovanotti, con lui sul palco e autore della sua canzone sanremese, “Apri tutte le porte”. Il pubblico è in visibilio. Tocca poi ad Elisa con un bellissimo brano, “What a feeling”, ed anche nel suo caso, è pura magia. Con lei, sul palco, la ballerina Elena D’Amario. A seguire, Achille Lauro con “Sei bellissima” affiancato da Loredana Bertè. Maurizio Lastrico sale sul palco accompagnato dalla Giannetta per un divertentissimo gioco di canzoni che coinvolgerà, inevitabilmente, il pubblico.

La gara riprende con Matteo Romano e la sua cover di “Your song”, intonata insieme a Malika Ayane. Dopo di loro, Irama si esibisce insieme a Gianluca Grignani ne, “La mia storia tra le dita”. Seguono Rettore e Ditonellapiaga con “Nessuno mi può giudicare”. Iva Zanicchi, a suo modo, ci regala un bellissimo duetto con una giovanissima Milva per, “Canzone”. Ed è subito emozione. Ana Mena, a suo modo, porta sul palco un medley di alcuni noti pezzi insieme al collega Rocco Hunt. La Rappresentante di lista ci presenta la cover, “Be my baby” salendo sul palco insieme a Cosmo, Margherita Vicario e Ginevra.

La gara riprende con il duetto inedito, Massimo Ranieri e Nek, per “Anna verrà”, del grande Pino Daniele. Il palco dell’Ariston si illumina di una luce preziosa, di intensa magia. Ospite, poco dopo il duetto realizzato con Morandi, Jovanotti, che ha condiviso con Amadeus il ricordo dei suoi primi passi nel mondo dello spettacolo.

Collegamento con la Costa Toscana per ascoltare I pinguini Tattici Nucleari, dalla passata edizione del Festival. Riprende la corsa Michele Bravi con “Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi” di Battisti, per poi passare la palla a Mahmood e Blanco per, “Il cielo in una stanza”. Rkomi porta sul palco un Medley di Vasco Rossi con i Calibro 35.

La Giannetta torna sul palco per presentare coloro che le sono stati vicini durante le riprese della fortunata fiction, “Blanca”. Aka 7even, poco dopo, canta la bellissima “Cambiare” di Alex Baroni, un talento italiano scomparso troppo presto, insieme ad Arisa. Highsnob e Hu intonano, “Mi sono innamorato di te”, di Luigi Tenco, accompagnati da Mr Rain. A seguire, Dargen D’Amico con “La bambola” di Patty Pravo ed è poi il momento dello spazio dedicato ad Amadeus con il dj Massimo Alberti.

A completare la serata, Giusy Ferreri con “Io vivrò senza te”, insieme ad Andy dei Bluevertigo, ed è poi la volta di Fabrizio Moro con la bellissima, “Uomini soli”, dei Pooh e Tananai con, “A far l’amore comincia tu”, dell’amatissima Raffaella Carrà, insieme ai Rose Chemical.

Alessia Giallonardo per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More