Il Cantiere alla Cappella Brancacci apre al pubblico

Il cantiere della Cappella Brancacci, il piccolo gioiello contenuto nella chiesa del Carmine a Firenze, apre apre finalmente al pubblico. Grazie alla presenza dei ponteggi sarà possibile per i visitatori ammirare da vicino i preziosi affreschi di Masaccio, Masolino e Lippi.

La Cappella è statachiusa al pubblico a dicembreper consentire l’allestimento del ponteggio. La riapertura è avvenuta il 4 febbraio: venerdì sabato e lunedì dalle ore 10.00 alle ore 17.00, e la domenica dalle ore 13: 00 alle ore 17:00, con obbligo di prenotazione (per e modalità visitare cultura.comune.fi.it).

Il restauro e le tecniche.

Con la collaborazione della Soprintendenza di Firenze e del Cnr in collaborazione con l’Opificio delle Pietre Dure (Opd) di Firenze è avvenuto il primo monitoraggio nel novembre 2020.

Questo aveva rivelato il deterioramento degli affreschi di Masolino, Masaccio e Filippino Lippi. Nello specifico si tratta di distacchi dell’intonaco, localizzate perdite di coesione, depositi superficiali incoerenti. Infatti l’ultimo restauro risale a oltre trenta anni fa e quindi risulta impellente anche un generale controllo sulla stabilità del ciclo. Poi a dicembre 2020 è stata chiusa e i lavori sono durati più di un anno, fino a febbraio 2022.

Grazie all’attuale cantiere è oggi possibile svolgere una nuova campagna diagnostica con le più aggiornate tecniche e le migliori competenze disponibili sul panorama internazionale grazie alla collaborazione tra questi tre enti.

Le tecniche utilizzate, completamente non-distruttive, consentiranno di conoscere approfonditamente i materiali utilizzati, le tecniche pittoriche e i fenomeni di alterazione/degrado. La scheda risultante sullo stato di salute degli affreschi e dell’apparato murario della cappella che li ospita sarà la base per i controlli degli anni successivi.

Le Visite Speciali e gli apparati multimediali.

Dal 4 febbraio, le visite speciali alla Cappella Brancacci sono possibili grazie alla presenza dei ponteggi installati per l’attività di diagnostica e di restauro. Sarà possibile per i visitatori ammirare da vicino i preziosi affreschi.
I visitatori potranno scegliere se accedere direttamente al cantiere per vedere da vicino gli affreschi, o avvalersi; in aggiunta delle visite guidate introduttive che i mediatori culturali di MUS.E proporranno prima di accedere ai ponteggi.

I mediatori culturali MUS.E introdurranno i visitatori che lo vorranno alla storia del convento carmelitano nel corso dei secoli. Durante la visita il pubblico potrà approfondire il contesto storico-artistico degli affreschi, pietra miliare della storia dell’arte rinascimentale. Grazie ad una serie di apparati multimediali visivi che affiancano la narrazione, è possibile conoscere meglio la storia e l’iconografia del ciclo di affreschi. I visitatori saranno poi accompagnati all’ingresso della Cappella per salire in autonomia sui ponteggi dove potranno osservare gli affreschi da vicino come se fossero loro stessi i pittori.

Acura di Serena Maddalo per LiveMedia24.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More