A distanza di 15 giorni dall’ultima vittoriosa regata questa notte, Luna Rossa si appresta a tornare in acqua nella baia di Hauraki per la finale della Prada Cup, dove sfiderà gli inglesi di INEOS Team UK.

L’attesa è davvero finita, gli appassionati di vela sono pronti a trascorrere nuove nottate insonni; la prossima notte si disputerà infatti la prima regata della finale della Prada Cup. A contendersi il trofeo, l’imbarcazione italiana di Luna Rossa Prada-Pirelli Team e INEOS Team UK.

Prada Cup finale Luna Rossa

Lo scafo di Britannia, barca del consorzio INEOS Team UK. (Credits: © COR 36 | Studio Borlenghi)

La finale si disputerà al meglio delle 13 regate, ovvero, la prima imbarcazione che arriverà a 7 vittorie si aggiudicherà il trofeo e acquisirà il diritto di prendere parte all’America’s Cup in programma a partire dal 6 marzo. Ad attenderla ci sarà il defenders Emirates Team New Zealand, vincitore dell’antica Brocca nell’edizione del 2017.

In questi quindici giorni di pausa, l’equipaggio di Luna Rossa ha continuato a lavorare, sia in cantiere che in acqua; dove ha avuto anche occasione di regatare contro gli inglesi. In cantiere, gli ingegneri ed i tecnici di Luna Rossa hanno apportato tutta una serie consistenti modifiche che però si possono solamente intuire.

E’ stato riprovato il famoso timone giallo, che però non ha entusiasmato di certo durante il round-robin. Questo potrebbe essere stato rivisto, ma si potrebbe anche trattare di una mossa di pre-tattica. Secondo gli esperti, il team di Luna Rossa avrebbe addirittura rimesso mano allo scafo, apportando modifiche alla chiglietta, assottigliandola ulteriormente. Se così fosse, l’intento sarebbe duplice; il primo, sarebbe quello di abbassare la “quota di volo” e dunque dare maggiore stabilità alla barca. Il secondo, ma non per importanza, sarebbe quello di facilitare la ripresenta del volo stesso, nel momento in cui lo scafo scendesse dal foil.

Rimandato ad una eventuale America’s Cup il debutto dei foil piatti.

Prada Cup finale Luna Rossa

Max Sirena, team manager di Luna Rossa (Credits: © COR 36 | Studio Borlenghi)

Si è lavorato molto anche sulla geometria dei foil; al momento però appare del tutto improbabile che Luna Rossa riesca a scendere in acqua già nella finale della Prada Cup con le appendici completamente piatte in stile Emirates Team New Zealand. Probabilmente verranno rimontati i foil impiegati in semi-finale contro NYYC American Magic che comunque si erano comportati molto bene. In questo caso, si tratterebbe dunque di un lavoro svolto più nell’ottica di una eventuale America’s Cup piuttosto che come miglioria da adottare già nella finale della Prada Cup.

Anche le vele sono state oggetto di modifiche; queste ora appaiono molto più panciute e con una forma meno affilata. Cambiamenti anche nel filato che appare ora più spesso e consistente. Mettendo assieme tutte queste modifiche, il risultato dovrebbe essere quello di rendere la barca italiana ancora più veloce nelle regate con vento debole. La prova del nove l’avremo già nella prima giornata di gara, quando sono attesi venti sotto i 10 nodi.

In acqua l’equipaggio italiano ha incentrato gli allenamenti per affinare l’intesa tra gli uomini a bordo con il fine di perfezionare le manovre in regata e approcciarsi ancor più aggressivamente nella fase di pre-start; che ricordiamo essere stato fino ad ora il vero punto di forza del sodalizio italiano.

 

(Credits: Press America’s Cup)

Tutte le date della finale di Prada Cup.

L’orario della prima regata è stato posticipato di un’ora rispetto a quanto visto fino ad ora; si scenderà in acqua alle ore 04:00 italiane secondo il seguente calendario.

Cronoprogramma regate – Finale PRADA-CUP

LUNA ROSSA – INEOS TEAM UK = 4-0

13 Febbraio LUNA ROSSA – Prada Pirelli Team.
13 Febbraio LUNA ROSSA – Prada Pirelli Team.
14 Febbraio LUNA ROSSA – Prada Pirelli Team.
14 Febbraio LUNA ROSSA – Prada Pirelli Team.
16 Febbraio RECUPERI NON NECESSARI
17 Febbraio GARA ANNULLATA
17 Febbraio GARA ANNULLATA
18 Febbraio EVENTUALI RECUPERI
19 Febbraio GARA 7
19 Febbraio GARA 8
20 Febbraio GARA 9
20 Febbraio GARA 10
21 Febbraio GARA 11
21 Febbraio GARA 12
22 Febbraio GARA 13
23 Febbraio EVENTUALI RECUPERI
24 Febbraio EVENTUALI RECUPERI

Nella speranza di rivivere le emozioni del 1992 e del 2000, quando rispettivamente Il Moro di Venezia e Luna Rossa vinsero l’allora Louis Vuitton Cup ed ebbero di conseguenza diritto a partecipare all’America’s Cup; ricordiamo a tutti gli appassionati che la programmazione televisiva prevederà la diretta su RAI2 e SKY, mentre la visione on-demand sarà possibile grazie alle piattaforme di RAIPlay e SkyGO.

Roberto Tommasini per LiveMedia24

Condividi