Muaythai: PRIMO CAMPIONATO MONDIALE VIRTUALE IFMA

Muaythai: PRIMO CAMPIONATO MONDIALE VIRTUALE IFMA

Carlot (FIKBMS): “In questo momento difficile visto il perdurare del covid si è optato per questa soluzione che ha riscosso enorme successo. Tutto con il patrocinio del CIO”
Dalla campagna #MuaythaiConnects è nata l’idea dei primi IFMA World Virtual Championships a maggio con eventi di qualificazione che iniziano già a giugno e gli eventi di qualificazione finali che terminano 4 mesi dopo. Oltre 30.000 atleti in oltre 100 paesi hanno partecipato ai loro Campionati Nazionali Virtuali.
Puoi vedere il promo dell’evento virtuale su Youtube
Per l’Italia circa un centinaio di atleti coinvolti con giudici, arbitri, coach, dirigenti e la Federazione FIKBMS.
La Pandemia ha dato vita all’iniziativa IFMA Muaythai Connects che va ben oltre una soluzione temporanea al rinvio o alla cancellazione degli eventi di Muaythai.
Abbiamo fatto il punto con Davide Carlot, executive board member e dirigente settore Muaythai in Fikbms con Mauro Bassetti.


“L’iniziativa
– racconta Carlot – è in linea con la filosofia IFMA di utilizzare Muaythai per promuovere l’unità nella diversità, promuovere il rispetto, la comprensione culturale e lo scambio sportivo. La pandemia ha colpito tutte le nostre vite e il mondo dello sport non fa eccezione. Quando la pandemia è iniziata 8 mesi fa, gli atleti di tutto il mondo si sono trovati in condizioni di isolamento e con limitate opportunità di allenamento. Era una priorità dell’IFMA garantire che gli atleti IFMA continuassero ad essere fisicamente e mentalmente attivi e utilizzassero risorse virtuali e social media per connettere il mondo esterno. IFMA l’ha vista come un’opportunità per trasformare la crisi in opportunità con la campagna #muaythai connect, organizzando formazione e opportunità sociali per portare il mondo di Muaythai su un’unica piattaforma unificata. Non era richiesto alcun passaporto, visto o biglietto aereo. Gli atleti si sono invitati a casa loro, allenandosi insieme. Viviamo in un mondo in cui purtroppo la politica può tenere separati i paesi. Tuttavia, sulla piattaforma virtuale IFMA e nella,famiglia IFMA, la politica non ha posto”.

 

Per molti atleti il viaggio non finirà qui poiché i vincitori del Max Fit e della Aero Fit Competition si qualificheranno per rappresentare Muaythai all’Untied Through Sports World Youth Festival e avranno l’opportunità di impegnarsi con giovani atleti di oltre 70 altri sport con il patrocinio del Comitato Olimpico Internazionale, Comitato Paralimpico Internazionale e Special Olympics International.
Questo Festival sarà ospitato dalla Thailandia.
“Abbiamo imparato dalla pandemia – conclude Carlot – quanto sia fragile la vita. Che la pandemia non conosca confini o posizione sociale, essere solidali, allo stesso tempo essere innovativi e adattarci per assicurarci di rimanere attivi e sani sia fisicamente sia mentalmente”.
IFMA – International Federation of Muaythai Associations
Buono Sport a Tutti
per LiveMedia24 Alessio Marini
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More