Campionato Italiano GT Endurance 2021: si parte da Pergusa

In questo caldo e assolato weekend di fine maggio prende il via la stagione 2021 del Campionato italiano GT Endurance. Ad ospitare il primo round della serie di durata è lo storico circuito siciliano di Pergusa, inaspettata sorpresa del calendario e valida alternativa ai più noti e famosi circuiti del continente. Veloce e tecnico, con rettifili inframezzati da chicane, metterà a dura prova la concentrazione dei piloti.

Le qualifiche, svoltesi sabato alle 18.00, vedono la BMW M6 GT3 del team Ceccato Racing primeggiare con il crono di 4’43.53, derivante dalla somma dei tempi dei tre piloti, Bruno Spengler (pilota ufficiale BMW), Marius Zug e l’esperto Stefano Comandini.  Al loro fianco la Ferrari 488 GT3 del team Easyrace, condotta da Matteo Greco, Fabrizio Crestani e Luca Filippi.
Seconda fila per Drudi-Ferrari-Agostini (Audi R8 LMS-Audi Sport Italia) e Amici-Di Folco-Middleton (Lamborghini Huracan-Imperiale Racing).

Stefano Comandini, Marius Zug, Bruno Spengler – Ceccato Motor – BMW M6 GT3 – GT3 Pro

Giuseppe Fascicolo, Nicola Neri, Alfred Nilsson – Ceccato Motor – BMW M4 GT4 – GT4 AM

Semaforo verde alle 11 di domenica, per il via della gara di 3 ore. Passano soli 8 minuti per il primo colpo di scena, con il ritiro dell’Audi R8 LMS n.14 del team Audi Sport Italia, condotta in quel momento da Filip Salaquarda, che in un tentativo di sorpasso ai danni della vettura gemella va a sbattere contro le barriere. La corsa vede dominare nel primo stint la BMW M6 della Ceccato Racing, nel secondo la Lamborghini Huracan GT3 dell’Imperiale Racing ed infine, nel terzo e decisivo stint viene fuori la classe e l’esperienza dell’esperto pilota ufficiale Audi, Mattia Drudi, al volante della Audi R8 LMS n.12 dell’Audi Sport Italia.

Gara parecchio movimentata con molti ritiri, come quello della Ferrari 488 GT3 dell’Easyrace, quando era saldamente al 2 posto. Oppure quello del poleman Stefano Comandini, la BMW M6 GT3 di Ceccato Racing.
La safety car ha avuto parecchio lavoro, visto che è dovuta intervenire ben 3 volte.

Alla fine, la vittoria se l’aggiudicano Agostini – Drudi – Ferrari sull’Audi R8 LMS n.12 dell’Audi Sport Italia, davanti alla Ferrari 488 di Fisichella – Gai – Zampieri della Scuderia Baldini e alla Lamborghini Huracan dell’Imperiale Racing, guidata da Amici – Di Folco – Stuart.
Nella categoria GT3 PRO AM è la Ferrari n.11 di Kessel Racing, condotta da Earle – Perel.

L'Audi n.12 taglia il traguardo per prima nel round inaugurale del Campionato Italiano GT Endurance

L’Audi n.12 taglia il traguardo per prima nel round inaugurale del Campionato Italiano GT Endurance

I vincitori Mattia Drudi, Riccardo Agostini, Lorenzo Ferrari
La classifica finale
  1. #12 Riccardo Agostini, Lorenzo Ferrari, Mattia Drudi – Audi Sport Italia – Audi R8 LMS
  2. #27 Giancarlo Fisichella, Stefano Gai, Daniel Zampieri – Scuderia Baldini – Ferrari 488 GT3 Evo – GT3 Pro
  3. #63 Andrea Amici, Alberto Di Folco, Stuart Middleton – Imperiale Racing – Lamborghini Huracan GT3 Evo – GT3 Pro
  4. #8 Carrie Schreiner, Sean Hudspeth, Antonio Fuoco – AF Corse – Ferrari 488 GT3 Evo – GT3 Pro
  5. #11 Steve Earle, David Perel – Kessel Racing – Ferrari 488 GT3 Evo – GT3 Pro-AM – Vincitori della classe GT3 PRO AM
  6. #333 Luca Demarchi, Nicholas Risitano – SR&R – Ferrari 488 Challenge Evo – GTCup – Vincitori della classe GT-Cup
  7. #215 Giuseppe Fascicolo, Nicola Neri, Alfred Nilsson – Ceccato Motor – BMW M4 GT4 – GT4 AM – Vincitori della classe GT4 AM
  8. #88 Pietro Perolini, Lorenzo Veglia, Angelo Negro – LP Racing – Lamborghini Huracan GT3 Evo – GT3 Pro-Am

Danele Nicli per LiveMedia24 foto di Alberto Lorenzut/LivePhotoSport

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More