Relativo, il rapper da milioni di streamers, ci regala un manifesto ricco di speranza, con la sua “Promessa”. Il nuovo singolo, di cui vi parliamo adesso, vuole combattere, con un testo pieno di rime, depressione e isolamento, portando speranza a tutta la Generazione Z.

La cover di “Promessa” nuovo lavoro del rapper Relativo

Il brano, che ha già superato i 200.000 streams a pochissimi giorni dall’uscita nei digital stores, riconferma il talento del rapper; poeta campano, romano d’adozione, che continua a conquistare pubblico e critica grazie ad un’impronta stilistica unica, una scrittura incisiva e diretta e ad un flow travolgente che fa centro, coinvolgendo gli ascoltatori di tutte le età.

Relativo riesce a raccontare lo spettro di una generazione; la sua, spesso etichettata come superficiale e frivola, ma che si ritrova a lottare contro la solitudine e l’isolamento, moti d’animo che hanno come conseguenza ultima uno stato di smarrimento e depressione.

La depressione è tutt’oggi una patologia gravissima ancora molto sottovalutata, in particolar modo nei bambini e negli adolescenti. Confusa spesso come naturale connotazione di un periodo di cambiamento e transizione; la depressione si insinua, come un demone nascosto e subdolo, all’interno della mente e dell’anima. Un mostro silenzioso, ma al tempo stesso assordante, che può bussare alla porta di qualsiasi individuo; a qualsiasi età, ma che, tuttora, viene frequentemente equivocato come un momento passeggero e temporaneo, od, ancor peggio, etichettato come uno stigma sociale.

Alessia Giallonardo per LiveMedia24

Condividi