Monia, con”Dakar” si cambia rotta

“Dakar” è un desiderio, il desiderio di un inizio o di un ritorno, potete scegliere la vostra chiave di lettura.

“Dakar”, il nuovo lavoro di Monia è il terzo singolo di un cambio di rotta, di una crescita artistica, dall’immagine fino alle sonorità. “Dakar” è un desiderio, il desiderio di un inizio o di un ritorno, potete scegliere la vostra chiave di lettura.

Un brano dal corpo Pop e il vestito R&B, con accessori di elettronica. È stato registrato a Milano da Ivan Antonio Rossi sotto la produzione artistica di Daniel Bestonzo.

monia dakar

Monia è una cantautrice Sanremese nel panorama della musica pop – R&B, dalla vocalità calda ed accattivante, e un’energia prorompente con la quale ha collezionato numerosi traguardi importanti fin dai primi anni di carriera. È laureata in popular music presso il Conservatorio G.F. Ghedini di Cuneo.  Cantautrice, musicista, tutto quello che presenta è frutto della sua creatività, dei suoi studi, della sua tenacia. Ama trasmettere emozioni con la sua semplicità. L’ispirazione musicale arriva dal mondo black-soul. Negli anni pubblica gli album “L’amore per te” (2018), “Più semplice” (2019), “Hai vinto” (2020) e l’EP “. A capo” (2020). Il suo nuovo singolo, “Dakar”, esce il 5 novembre 2021.

 

Spiega l’artista a proposito della nuova release:

«Sono contenta di questo nuovo lavoro, ed ultimamente lo dico spesso. Ho un bel team di lavoro e sono felice dei risultati- “Dakar” è un pezzo sognante, un groviglio di ‘vissuto’ e ‘vorrei vivere’, ha una sonorità particolare ed un titolo che apre un immaginario soggettivo, mi piace sia così.

Abbiamo lavorato davvero bene, dalla scrittura insieme al mio co-autore Fabio Fornaro e l’arrangiamento di Daniel Bestonzo, fino alle riprese stupende sotto la regia di Ivan Cazzola. Non vedo l’ora sia vostra!».

 

Il video di “Dakar” non ha uno storyboard vero e proprio né una trama definita, proprio perché il suo intento è far vedere a ognuno la propria storia. Non mancano però alcuni tratti che lo rendono identificabile, come l’eleganza degli outfit e della location di interesse storico e culturale, la sala da ballo Le Roi, opera dell’architetto Carlo Mollino risalente al 1959, che ha visto sul suo palco molteplici artisti di fama internazionale, come Lucio Dalla, molto amato da Monia.

Un costruzione di gusto e dai colori profondi, che il regista Ivan Cazzola ha cucito addosso all’artista in maniera perfetta.

 

 

Maria Celeste Bellotti per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More