Manuela Villa: vi parlo di “Se fossi un uomo”

Manuela Villa è dotata di una voce bellissima, di un animo gentile ed è sempre in favore del prossimo, dalla parte delle donne, in particolar modo. La incontriamo per parlare, appunto, del suo nuovo singolo, “Se fossi un uomo”, realizzato durante il lockdown, atto a sensibilizzare una violenza ingiustificata, che non dovrebbe avere mai luogo.

Ti ringraziamo per essere con noi, Manuela. Come stai? 

Sto bene, fortunatamente!

Come hai vissuto il periodo pandemico che ha caratterizzato il nostro vissuto negli ultimi due anni?  

Ho dedicato del tempo a quelle che sono le mie reali passioni, che si tratti di scrittura oppure di musica, realizzando così dei nuovi brani. L’essere artista ti porta, inevitabilmente, a pensare di agire nell’utilità del prossimo, di chi ci è intorno e sento di aver agito bene.

Come ha preso forma il tuo ultimo singolo, “Se fossi un uomo”? 

“Se fossi un uomo”, vuole essere un monito per tutte le donne che hanno subito violenza ma, allo stesso tempo, vuole anche portare gli uomini a riflettere sugli errori commessi. Un brano che nasce durante il lockdown, avendo sentore di quanto fosse difficile, per chi viveva in pochi metri quadri, condividere il proprio vissuto con dei compagni violenti, irascibili. A darmi ragione, non molto tempo dopo, le notizie rinvenute dai canali di informazione, l’aumento delle denunce e non solo. Il mio parlato, più che cantato, è stato un servizio che ho voluto fornire affinché il messaggio potesse arrivare in maniera ancora più diretta, decisa e forte.

Sanremo è alle porte. Cosa puoi dirci a riguardo? 

Seguirò il Festival con piacere, come è giusto che sia, felice per chi avrà modo di prendervi parte. Sanremo è una vetrina importante, un palco voluto da molti, di cui godrò tranquillamente, con il piacere di sempre.

Possiamo aspettarci di vederti dal vivo in concerto, prossimamente? 

Certamente! La mia tournée è in preparazione. Mi auguro soltanto che, come è precedentemente accaduto, non vi sia più alcuna interruzione.

Alessia Giallonardo per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More