Escursione a Rocchetta di Campolongo

In questa escursione si arriva al cospetto della Rocchetta di Campolongo, con un percorso ad anello fruibile senza particolari difficoltà tecniche dall’escursionista medio.

Consente di apprezzare diverse tipologie di ambienti tipici dell’area circostante la conca di San Vito di Cadore. Un tempo, tutte le aree di questa zona erano sottoposte allo sfalcio e andavano a costituire i cosiddetti coloniei del fen. La crisi dell’agricoltura di montagna ha provocato l’abbandono di queste aree e la progressiva invasione dei prati da parte di piante arbustive e arboree pioniere (pioppo tremolo, sorbo degli uccellatori, ontano verde), mentre ai margini del bosco è diffusa la rinnovazione dell’abete rosso.

 

Si parte dal Rif. Alpe di Senes (1214 m), sul Col de la Pausa, sopra il lago di Mosigo,
sulla destra orografica del torrente Boite. Ci si inoltra per il sentiero n. 436 che corre
inizialmente parallelo ad una stradina sbarrata da una stanga. A pochi passi dall’avvio
dell’escursione si apre sulla destra una bella finestra sulla Croda Marcora (3154 m).

 

Dopo poche centinaia di metri si lascia la carrareccia per imboccare il sentiero che si stacca a sinistra e sale costeggiando un tratto di bosco ceduo di faggio. Poco oltre, si apre la vista dell’Antelao (3263 m) che si erge alla nostra destra. Dopo circa 15 minuti dalla partenza si giunge a una piccola radura antistante il rudere del Taulà dei Polonies. Di qui si riprende la via che si inerpica fino a giungere ad una chiarìa del bosco chiamata Sela de Bouies. Segue
una breve discesa e quindi un’ulteriore rampa, che taglia diagonalmente il versante, oltre alla quale si apre una splendida panoramica con vista sulla Valle del Boite: in primo piano il paese di San Vito, alle sue spalle l’Antelao, alla destra in lontananza il Duranno (2652 m), le cime del Sassolungo di Cibiana (2413 m) e degli Sfornioi (2410 m) e ben distinguibile il Sasso di Toanella (2430 m) tutti e tre facenti parte del gruppo del Bosconero.

All’estrema destra e più vicino il Monte Pena (2196 m) del gruppo del Pelmo. Raggiunta la cresta del colle boscato, la Sentinela (1600 m circa), che fa da spartiacque tra la Valle del Rù de la Frates a nord e la Valle del Rù Ciauzia a sud, la si percorre per tutta la sua lunghezza e tra tratti di salita e piano si alternano alla vista begli scorci del Cadore e si intravvede il luogo di partenza a 400 m al di sotto.

Dopo 15 minuti ci si trova di fronte al Pelmo e a un vasto bosco sottostante: siamo nella radura chiamata Cioupa de Duoe. Tra salite, pianori e chiarìe si giunge alla testata alta della Valle del Rù de la Frates che ospita il Toulà de la Frates (1729 m). Qui si può notare un rado lariceto con ceppaie che apre verso monte per Malga Prendera, Forcella Roan, Croda da Lago e Giau come indicato dalla tabella. L’area è ricca di bianchi pennacchi di eriofori (pianta tipica di torbiera). Si inizia quindi la parte più impegnativa dell’escursione con un dislivello di circa 300 m che viene percorso in mezz’ora di salita, per raggiungere il punto più panoramico e appagante.
Ci si trova ora, dopo circa 2 ore e 30 minuti dalla partenza, di rimpetto alla Rocchetta de Cianpolongo, che fa da confine tra il Comune di San Vito di Cadore e Cortina d’Ampezzo. Con le spalle alla Rocchetta, in direzione del Pelmo, il verde colle che spicca a ovest è il Col de la Puina. Mantenendo la quota verso sinistra, attraversata una zona umida e uno smottamento del suolo, prima della mugheta si lascia il sentiero 436 e si imbocca il sentiero 455, che scende rapidamente verso il Taulà de Cianpe. Da qui in poi ci si addentra nel bosco, all’inizio formato da un impianto artificiale di abete rosso, che ci conduce al Toulà de la Rogoitès. In un’ora e mezza di cammino si conclude l’anello, tornando a Senes.

 

Itinerario: Rif. Senes (1214 m) – La Sentinela (1639 m) – Taulà de la Fràtes
(1729 m) – Rocchetta de Cianpolongo (1900 m) –
Taulà dei Cianpe (1791 m) – Tabià Rogoiètes – Rif. Senes
Sent. CAI 436 – 455 – 458
Difficoltà: E
Interesse: Naturalistico, Ambientale, Paesaggistico
Abbigliamento: Da escursionismo
Tempi di percorrenza:
Altitudine min: 1200 m
Altitudine max: 1900 m
4.5/5.0 h
Dislivello 700 m
Cartografia essenziale: ed. Tabacco 1:25000 foglio N°015

 

Mattia Radoni per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More