Escursione al Rifugio Vazzoler

0 246

L’itinerario proposto oggi vi porterà a scoprire il fascino dell’Agordino. L’escursione, con partenza dalla Capanna Trieste, attraverserà la Val Corpassa fino ad arrivare nella sommità del Col Negro di Pelsa dove si trova il Rifugio Vazzoler.

Il punto di partenza dell’escursione si trova tra Agordo ed Alleghe: procedendo verso Alleghe subito dopo aver passato il paese di Taibon Agordino entriamo nel piccola frazione di Listolade. Qui si trovano le indicazioni sulla destra per Capanna Trieste. È una strada stretta ed asfaltata abbastanza ripida, che dopo pochi chilometri porterà appunto alla Capanna Trieste a 1135m sul livello del mare. Qui ci sono due grandi parcheggi gratuiti dove poter lasciare la macchina.

La Capanna Trieste, sullo sfondo la Torre Trieste e la Cima della Busazza

A differenza di altre escursioni dove bisogna fare attenzione ai vari cartelli, quella di oggi segue solo un sentiero, il numero 555, e ci porterà in circa un’ora e mezzo al rifugio Vazzoler. Questo rifugio è il punto di appoggio ideale per effettuare il giro del monte Civetta, passando per i vari rifugi Tissi e Coldai, escursione che però richiede molto tempo. Costituisce inoltre la base di partenza per tutte le ascensioni sul versante meridionale del Civetta (3220m).

L’inizio dell’escursione è con una comoda mulattiera ce si inoltra in salita nella Val Corpassa. Da subito compare la maestosità della Torre Trieste: settecentocinquanta metri di parete verticale, racchiusi tra le immense strutture del Busazza che accompagneranno l’escursionista per quasi tutta la durata della camminata.

La Torre Trieste.

Procedendo la salita, si arriverà ad attraversare un piccolo torrente. Da lì si inizia a guadagnare quota grazie ad una serie di tornanti. Il paesaggio cambia: dal bosco alle pareti del Moiazza, fino ad ammirare tutta la Val Corpassa. Continuando sempre lungo il sentiero 555 si iniziano a vedere una lunga serie di guglie che terminano nella Torre Venezia, un’altra altissima colonna che sovrasta tutta l’area alta più di 500m.

Le guglie del Monte Civetta, la più a sinistra è la Torre Venezia.

Ad un certo punto si entra nuovamente nel bosco e subito dopo appare la meta dell’escursione, il Rifugio Vazzoler (1714m). Inaugurato dal CAI di Conegliano il 30 giugno 1929, è dedicato a Mario Vazzoler. Dispone di 80 posti letto nell’edificio classico e in un tabià che rimane aperto anche nel periodo invernale. Sul luogo si trova anche una chiesetta ed un giardino botanico intitolato ad Antonio Segni.

Il Rifugio Mario Vazzoler, 1714m

Il Rifugio Vazzoler sotto la Cima della Busazza (2894m) a sinistra e la Torre Trieste (2458m) a destra.

SCHEDA TECNICA:
  • Partenza: Rifugio Capanna Trieste 1135m (Taibon Agordino) coordinate: 46.3438420111641, 12.031569550723468
  • Arrivo: Rifugio Vazzoler 1714m coordinate: 46.3541654064543, 12.031195340337714
  • Dislivello: 600m
  • Lunghezza: circa 5km
  • Durata: circa 1:30h escluse le soste per la salita, circa 1h escluse le soste per la discesa

Se pranzate al rifugio, consiglio il piatto dell’alpinista!

Qui il sito del rifugio con tutti i contatti.

Mattia Radoni per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Privacy Preference Center