“NON PERDERTI NIENTE”, è il romanzo autobiografico di Luca Barbarossa, realizzato in occasione dei suoi sessantanni. In uscita il prossimo 13 aprile ed edito per Mondadori, il romanzo racchiude storie di vita, emozioni, passioni ed incognite. Un volersi raccontare con le parole e non, come solitamente accade, in musica, mettendosi completamente a nudo. Fondamentali, all’interno del libro, gli incontri che Barbarossa ha affrontato lungo il suo cammino, come la conoscenza con Luciano Pavarotti, Diego Armando Maradona, Bruce Springsteen e Roberto Benigni. Ma, gli incontri artistici, non sono l’unica caratteristica in questo importante resoconto di vita. Sono presenti anche storie che raccontano della conoscenza con un pescatore cubano, una spogliarellista spagnola, un mago messicano e del suo gallo Django.

"Non perderti Niente" Luca Barbarossa

La copertina di “Non perderti Niente” romanzo autobiografico di Luca Barbarossa

Queste le parole di Luca Barbarossa a riguardo: “Festeggio i miei primi 60 anni con un libro che racconta molto della mia vita. Cose che non ho mai detto né cantato. È come se si fossero dati appuntamento il ragazzo che ero e l’uomo che sono diventato, per scoprire che hanno ancora molte cose in comune. Certe volte la vita somiglia a un romanzo d’avventura, a un film d’azione. Magari sul momento non sempre te ne accorgi ma se cominci a raccontare quello che ti è accaduto, fai perfino fatica a credere che il protagonista sia tu”.

Luca Barbarossa nasce nel 1961 ed è, tutt’oggi, un cantautore italiano molto affermato, con un percorso artistico ricco di storia, di tante belle e intense canzoni. Ha undici album all’attivo ed ha vinto, nel 1992, il Festival di Sanremo con l’indimenticato brano, “Portami a ballare”. Da anni, conduce Radio 2 Social Club.

Condividi