Arriva il Social World Film Festival a Vico Equense

Torna il Social World Film Festival, la Mostra Internazionale del Cinema Sociale, dall”11 al 18 luglio a Vico Equense.

Diretta del regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo; l‘edizione di quest’anno sarà interamente dedicata all’attore italiano più amato di tutti i tempi:  Marcello Mastroianni.

Ogni serata sarà introdotta da un omaggio a Raffaella Carrà tra clip dei suoi film, delle sue interviste, dei suoi indimenticabili balli.

In 19 sezioni, competitive e non; sono state selezionate 600 opere tra lungometraggi, documentari, cortometraggi e opere audiovisive, con 32 in anteprima assoluta o europea, provenienti da 52 paesi dei 5 continenti.

Un programma che si sviluppa in otto giorni per riflettere grazie alla settima arte, declinati in 20.000 minuti tra proiezioni in presenza e ondemand, 90 eventi tra incontri, dibattiti, masterclass, attività con le giurie.

Torna per il 2021 la sezione dedicata al Covid per le opere a tema e girate durante il lockdown e le selezioni verticale e VR.  Tema di quest’anno è “Vita. Esistenza, scopo, realtà”, messaggio di speranza per poter tornare a riempire presto le sale cinematografiche.

Il programma.

Preapertura domenica 11 luglio alle ore 18,00 con l’inaugurazione della mostra fotografica “I 100 volti di Marcello Mastroianni” a cura di Giuseppe Alessio Nuzzo.

Saranno presenti Andrea Buonocore, sindaco di Vico Equense e Annalisa Donnarumma; assessore alla cultura e al turismo del comune di Vico Equense, e al Museo del Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina.

Una panoramica sui suoi oltre 140 film dalla commedia sentimentale al dramma; dalla satira di costume al film storico fino ad arrivare al grottesco.

La programmazione della Sala Troisi del teatro Mio è dedicata agli incontri d’autore.

Il primo sarà con le attrici Pina Turco e Marina Confalone che introdurranno la proiezione del film “Il vizio della speranza” di Edoardo De Angelis.

Toccherà poi  Guglielmo Poggi per “Il Tuttofare” di Valerio Attanasio, “Volevo Nascondermi” di Giorgio Diritti  alla presenza del compositore Premio David di Donatello Marco Biscarini, “Up & Down – Un film normale” in presenza del regista e protagonista Paolo Ruffini.

Il papà di Giovanna“ di Pupi Avati  con il protagonista Silvio Orlando, film per il quale ha vinto la Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia e che nella serata conclusiva; riceverà il premio alla carriera.

Ma le giornate saranno ricche anche di workshop e tante altre attività. La cerimonia di premiazione avverrà il 17 luglio con red carpet, incontri e dibattiti in presenza di autori, registi e protagonisti delle opere in concorso tra cui i registi Pappi Corsicato e Alessandro D’Alatri; gli attori Luka Peros della serie Netflix “La casa di carta”Caterina ShulhaAntonio MiloRosalia Porcaro.

Non solo una rassegna cinematografica, quindi, ma un momento di aggregazione culturale e sociale per giovani unico nel suo genere.

Un’esperienza di cooperazione e integrazione; un format cinematografico di denuncia e riflessione: il cinema sociale inteso come mezzo di comunicazione internazionale, confronto oltre che contenitore di critica, sviluppo e promozione.

Federica Lamagra per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More