The Batman: la recensione

The Batman è un film  del 2022, diretto da Matt Reeves, con Robert Pattinson e Zoë Kravitz. Distribuito da Warner Bros. Pictures.

Matt Reeves ci propone una nuova interpretazione di Batman che ancora non era mai stata portata sul grande schermo. Questo film, dall’anima noir, propone al grande pubblico il Batman detective, tipico della narrazione fumettistica. Il pipistrello deve indagare sugli omicidi dell’Enigmista, con Zoë Kravitz come Catwoman e Gordon nei panni del poliziotto che crede nel detective/vigilante, circondato da gangster quali Carmine Falcone, il Pinguino (che vedremo in uno spin-off a lui dedicato) e la loro schiera di poliziotti corrotti.

Eccellente l’interpretazione di tutti gli attori. Vediamo in questo film un grande Robert Pattinson che riesce a riscattarsi con il grande pubblico.

 

Si tratta di un Batman al secondo anno di attività, ancora acerbo. Guidato da un forte senso di giustizia e da un codice morale ben definito ma ancora accecato dalla vendetta. Rabbia e ossessione dominano The Batman ma nonostante tutto l’eroe ha ben chiaro quale sia la linea di demarcazione tra la sua figura e quella dei criminali.

Conosciamo una Bruce Wayne depresso, devastato e ancorato dal passato. Il film predilige la presenza di Batman rispetto a quella di Bruce Wayne che, piano piano, viene risucchiato dal costume. Il nostro protagonista fa fatica a navigare nella società.

Una società marcia dove domina la malavita e l’oscurità. Una Gotham guidata dal crimine, città piovosa, decadente, sporca: un posto da incubo nel quale vivere, che ricorda molto le arie gotiche del fumetto che hanno poi caratterizzato la costruzione della città nella serie videoludica Arkham.

L’Enigmista non è un villain fisico. Sono poche le volte che lo vediamo veramente in azione ma la sua presenza si percepisce dall’inizio alla fine, è sempre dietro l’angolo e incombe sulla figura del protagonista. E’ il suo intelletto che sfida il detective più grande del mondo ed è questo che rende interessante il contrasto tra Batman ed Edward Nigma. L’Enigmista riesce quindi a scuotere le fondamenta di Batman, sfidandolo su un piano psicologico e nel frattempo incarnando il serial killer geniale e violento nelle sue macchinazioni. Questo gioco psicologico porta a galla i segreti dell’oscura Gotham e ci presenta tutti gli altri interessanti personaggi che prenderanno parte al grande schema delle cose.

 

Il film nonostante la sua lunga durata mantiene un ritmo incalzante, tiene incollati allo schermo con delle scene action degne di nota, girate con maestria. Lavorano bene insieme Matt Reeves e Greig Fraser, riescono a creare un’atmosfera definita, oscura, che gioca molto sui toni del rosso e del nero.

La regia di Reeves originale e narrativamente perfetta è accompagnata in tutto il film dalla colonna sonora di Micheal Giacchino. Il compositore sceglie un tono in sintonia con il personaggio accompagnando lo stato cupo e degradante che circonda l’eroe. Tra le tante musiche, degno di nota è l’arrangiamento di Something In The Way dei Nirvana.

The Batman è un’opera indubbiamente riuscita che si piazza tra le prime posizioni tra le migliori trasposizioni live-action del personaggio. Un film pieno di citazioni alla serie videoludica e ai stessi fumetti da cui si ispira. Un film coraggioso che si posiziona fuori dalla scia dei cine-comic classici, un’opera cinematografica per nulla banale che prende una posizione stabile nel mercato e non verrà dimenticato facilmente.

 

The Batman: la recensione

The Batman 2022, diretto da Matt Reeves. (fonte: facebook/TheBatman)

Silvia Maddalo per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More