Covid-19: crisi per il settore degli eventi e del catering

0 81

La pandemia causata dal Coronavirus mette in ginocchio l’intera economia che coinvolge anche i settori degli eventi e del catering; secondo le statistiche sono circa 2.000 le imprese coinvolte con 100 mila addetti e 2,2 miliardi di fatturato stimato, Marco Iacchetti il titolare della “StarEventi.com” di Roma è una delle società colpite da questa crisi e ci parla dei danni economici che stanno subendo.

crisi StarEventi

Anche il settore degli eventi catering sta risentendo pesantemente della crisi economica conseguente all’epidemia di CoVid19

Da quanto tempo siete fermi con gli eventi?

“Ormai da troppo tempo, – spiega Marco- “il 2020 ci ha consentito di lavorare per 4 mesi forse, non continuativi tra l’altro. Abbiamo lavorato ad intermittenza, se dobbiamo considerare dall’ultimo fermo non lavoriamo da Ottobre 2020.”

La “StarEventi.com” in media quanti eventi organizzava all’anno?

“Nell’anno 2019 abbiamo realizzato in tutto 297 eventi; ci eravamo prefissati per il 2020, ed eravamo partiti veramente con il piede giusto di raggiungere i 350 eventi.”

State subendo gravi danni economici? 

“Abbiamo subito enormi danni economici, consideriamo tra l’altro che le nostre Location comportano costi anche da “ferme”. Con tutto l’ottimismo e l’entusiasmo che da sempre ci contraddistingue avevamo preso la decisione di espandere la nostra attività acquisendo un nuovo immobile; un Barcone sul Tevere, progetto che purtroppo ad oggi (nonostante il mutuo e l’immobile acquisito) sta restando indietro. Non considerando i danni arrecati a tutte le persone che girano intorno a noi: camerieri, Dj, cuochi, animatori, ecc.”

Sperate in una ripartenza nella prossima primavera?

“Speriamo in una ripartenza quanto prima, l’anno scorso ci hanno consentito di ricominciare a ballare solo nel mese di Luglio, speriamo che in questo 2021, con il vaccino, le precauzione e l’abitudine di tutti ormai a convivere con tutte le accortezze del caso si possa ricominciare anche prima.”

Il Covid-19 porta al rinvio di convegni, eventi e convention aziendali e spinge la filiera del  catering a chiedere lo stato di crisi del settore al Governo. La causa è da cercare nel continuo rinvio al prossimo anno degli eventi. Così l’Associazione nazionale banqueting e catering, federata a Fipe-Confcommercio, insieme alle principali organizzazioni sindacali dei lavoratori del turismo, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil sono state costrette a richiedere al Governo lo stato di crisi per il settore. Il comparto, legato al contatto personale tra i partecipanti, ha visto crollare di oltre l’80% il giro d’affari e non vede margini di recupero e di ripresa dell’attività per tutto il 2020.

link per contattare StarEventi.com www.stareventi.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Privacy Preference Center