Da 6 giorni sui campi in terra rossa di Antalya è in corso il torneo ATP Challenger, con montepremi complessivo di 44.820 euro.

Parecchi italiani hanno partecipato ai primi turni ma, ad oggi, restano in gara solo il trentenne Alessandro Giannessi e il giovane Lorenzo Musetti, che sono a caccia dei titoli in singolare e in doppio.

Nella giornata di domani sabato 30 gennaio giocheranno entrambi i turni di singolo e doppio, nella speranza di riuscire a portare a casa i primi titoli della stagione 2021 e iniziare il nuovo anno con un quantitativo di punti utili per partecipare ai prossimi tornei più importanti del circuito; dato che i primi tornei a cui hanno partecipato sono stati poco fruttuosi, essendo usciti ai primi turni.

Il trentenne ligure mancino è a caccia del suo quarto titolo Challenger in singolare, avendo già vinto in passato i tornei di Stettino, Banja Luka e Vicenza.
Dalla sua ultima vittoria italiana è passato più di un anno, risale infatti a Giugno 2019.
Mentre in doppio vanta un solo titolo Challenger, nel torneo di Meknès, conquistato nel lontano 2013 con il compagno di gioco Gianluca Naso.

 

ATP Challenger Antalya

Alessandro Giannessi è alla ricerca del titolo all’ATP Challenger Antalya

Il giovane di Carrara, invece, è a caccia del secondo titolo Atp Challenger, il suo primo e unico è stato conquistato lo scorso Settembre sui campi di Forlì, ed è a caccia del primo titolo Atp Challenger di doppio. Insieme non hanno mai giocato alcun match prima di questo torneo.

Lorenzo Musetti

Foto: Roberta Corradin/LivePhotoSport

 

Condividi