Mi commuovo, se vuoi: Fuori il primo album solista di Mario Pigozzo Favero

Mi commuovo, se vuoi è il primo album solista di Mario Pigozzo Favero, per oltre vent’anni autore dei brani dei Valentina Dorme.

Un lavoro che ha occupato gli ultimi tre anni, tra scrittura, riscrittura e registrazione. Un parziale allontanamento dalle sonorità aspre e oblique – se pur romanticamente cantautorali – della band d’origine. Qui troviamo un suono più complesso e stratificato, che abbraccia mille atmosfere (si può ancora dire generi?).

Un lavoro vario e meno rock rispetto al passato (poche e sempre piuttosto controllate, le chitarre), più attento alle componenti elettroniche e pop (loop, sample e sintetizzatori spesso recitano ruoli tutt’altro che secondari), con orchestrazioni e arrangiamenti curati dal nutrito gruppo di musicisti coinvolto – molti di questi presi in prestito da alcune delle band più talentuose della penisola.

Ciò che dei Valentina Dorme rimane immutato è il lavoro sui testi, capaci di descrivere da punti di vista inediti quotidianità e amori andati, scenari di varia – e spesso disillusa – umanità, a volte rassegnata, a volte caparbiamente aggrappata a ciò che rimane, altre volte ferma a osservare le vicende con disincanto e un soffio di ironia. Mi commuovo, se vuoi esce per Dischi Soviet Studio (distribuzione Audioglobe/Believe) questo 28 gennaio.

Le tredici tracce poggiano la bocca e mordono una parvenza di futuro, declinato all’interno di una signorile scuola cantautoriale con la quale l’Italia non ha mai veramente fatto i conti. Un futuro messo all’angolo, che non chiama e non ha nome. Una macchia di tempo indistinto glassata di cinico disincanto e una manciata di canzoni. Quando il mondo va in pezzi alcune cose riescono a rimanere al loro posto, con il cuore, alcuni accordi e un equilibrio di vita faticoso e incerto. Ma reale. Questo disco è una di quelle. Il lieto fine è andare avanti”.

Mario Pigozzo Favero (1 giugno 1969) vive e lavora a Treviso. È stato cantante, chitarrista e pianista con i Valentina Dorme dal 1994 al 2016. Ha composto le musiche e scritto i testi di vari album autoprodotti e pubblicati da etichette quali Fosbury Records e Lavorare Stanca. Ora la band vive un momento di stand-by e lascia spazio al lavoro solista del suo principale autore, in uscita via Dischi Soviet Studio.

Gino Morabito per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More