PLÁCIDO DOMINGO RICEVERÀ IL “PREMIO VERGA ALLA CARRIERA”

Nel 2022, a coronamento del suo straordinario impegno interpretativo e a 40 anni esatti dal film-opera Cavalleria rusticana con la regia di Franco Zeffirelli; Plácido Domingo riceverà il “Premio Verga alla Carriera”.

In occasione della Manifestazione del Centenario dello scrittore siciliano Giovanni Verga nell’ambito delle celebrazioni culturali organizzate dal Festival Verghiano e da Dreamworld Pictures con il patrocinio del Parlamento Europeo, della Regione Sicilia, del Pontificio Consiglio della Cultura e di altre prestigiose Istituzioni.

“Un riconoscimento prestigioso alla carriera unica di un Artista che si è distinto per eclettismo, straordinario impegno e inossidabile vigore interpretativo” si legge nel comunicato del Festival Verghiano “che lo ha portato a scrivere pagine che entrano nella storia dell’opera lirica, e dello spettacolo internazionale.”

“Placido Domingo, che ha creato con la Sicilia un legame indelebile, rendendola, con la sua interpretazione, protagonista universale.” Gli organizzatori del Festival Verghiano, sotto la guida del regista Lorenzo Muscoso, si sono fatti anche promotori di un omaggio all’attrice Eleonora Duse, prima interprete della Santuzza verghiana, e dell’emissione del Francobollo secolare dedicato a Verga.

«Sono onorato che riceverò il Premio Verga alla Carriera» ha dichiarato Plácido Domingo «e ringrazio tutti quelli che mi hanno voluto. Verga ha ispirato l’opera lirica tanto che l’Italia, con i suoi straordinari compositori veristi; ha dato al mondo intero alcuni tra i più grandi capolavori della storia del melodramma. È incredibile la forza delle passioni da esprimere per un interprete: è una sfida non semplice per un cantante d’opera essere il più possibile vicino al “vero”.»

Plácido Domingo Premio Verga

L’anno artistico 2021 di Plácido Domingo era iniziato interpretando Nabucco a gennaio in coincidenza del suo 80º compleanno sul palcoscenico della Staatsoper di Vienna, in un teatro senza pubblico per il lockdown, ma trasmesso per l’occasione dalla ORF, e si è concluso con l’emozionante ed applauditissimo concerto al Teatro alla Scala di inizio dicembre, dopo aver inanellato una serie di acclamate rappresentazioni e concerti che lo hanno portato in giro per l’Europa a Belgrado, Budapest, Cesky Krumlov, Firenze, Gyor, Ljubljana, Madrid, Marbella, Merida, Milano, Monaco di Baviera, Montecarlo, Mosca, Parigi, Piacenza, San Pietroburgo, Sofia, Taormina, Tirana, Verona e Vienna.

Nel 2021 ha inoltre ricevuto riconoscimenti artistici e culturali: il BraVo Awards Global Star Prize a Mosca, la targa sulla Walk of fame di Busseto Città di Verdi, il titolo di Ambasciatore Onorario del patrimonio culturale spagnolo nel mondo di ADIPROPE a Madrid, il Premio Bellini d’Oro a Taormina, il Premio ACPE per la cultura dei corresponsali della stampa spagnola a Madrid, il titolo di Cavaliere dell’Ordine di Skënderbej a Tirana e il Premio San Pietro a Majella nello storico Conservatorio di Napoli in occasione del centenario di Enrico Caruso.

La straordinaria carriera dell’Artista madrileno prosegue ininterrottamente da oltre mezzo secolo nei principali Teatri internazionali e il suo 2022 si preannuncia già denso di impegni interessanti che lo porteranno ancora una volta a Budapest, Monaco di Baviera, Mosca, Parigi e Verona, ma anche in città come Buenos Aires, Città del Messico, Dubai (con l’Opera di Dresda), Graz, Jerez de la Frontera, Monterrey, Motril, Palermo, Salisburgo, Sevilla, Versailles…

Inoltre Plácido Domingo entrerà a far parte del cast stellare di un grande progetto operistico-cinematografico ideato dal regista Davide Livermore e parteciperà ad uno speciale documentario sul grande Franco Zeffirelli insieme a nomi internazionali del cinema e del teatro.

Gino Morabito per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.