Higher, undici volte Bublé

Michael Bublé, superstar vincitore di molteplici Grammy Award, pubblicherà Higher, il suo undicesimo album in studio, il 25 marzo su etichetta Warner Records / Reprise Records.

Prodotto da Greg Wells e Bob Rock con Allen Chang, Jason ‘Spicy G’ Goldman e Sir Paul McCartney, HIGHER è il primo album in studio di Bublè in tre anni e arriva dopo “An Evening With Michael Bublé Tour”; tour mondiale di due anni tutto sold out, e dopo il grande successo del decimo anniversario del suo album “Christmas”  ancora in vetta in tutte le classifiche.

Gli elementi di spicco del nuovo album includono un meraviglioso duetto con Willie Nelson sul suo brano “Crazy”, una versione appassionata di Bublé del brano “My Valentine” di Sir Paul McCartney (prodotta da McCartney), il classico di Bob Dylan “Make You Feel My Love” e tre brani originali scritti da Bublé incluso il nuovo singolo “I’ll Never Not Love You.” Inoltre ci sono le versioni di Bublé dei brani di Sam Cooke “Bring It On Home To Me,” “You’re The First, The Last, My Everything,” e la gioiosa “A Nightingale Sang in Berkeley Square.” L’album si chiude con una versione mozzafiato di “Smile” accompagnata da un coro gospel.

Bublé dice a proposito dell’album

Questa volta mi sono aperto completamente a provare cose nuove. Ho scavato più a fondo mentre lavoravo e mi circondavo dei più grandi produttori di musica del pianeta con una grande immaginazione. Che si trattasse di sedersi a scrivere con Ryan Tedder e Greg Wells, registrare tre canzoni in un giorno con il mio amico Bob Rock insieme a 40 dei più straordinari musicisti fuori dallo studio che non suonavano musica da 15 mesi, di ballare ridendo e piangendo in mutande nel mio studio di casa quando una canzone suonava bene, ogni momento è stato magico. Non sono mai stato così entusiasta dopo aver finito un album”.

“Michael Bublé è un grande compagno di ballo. Lui mi dà molta fiducia, ma io gli riconosco il merito di avermi dato fiducia nel provare a lavorare con un nuovo team. È un hitmaker fenomenale”, dice Greg Wells.

Aggiunge Bob RockDa quando ho lavorato con lui, questo è stato il momento in cui Michael è stato più concentrato ed ispirato. Ha capito l’album che voleva fare. Aveva una visione chiara. Non appena abbiamo iniziato, si è fatto in quattro per far arrivare ogni brano al punto in cui la sentiva nella sua testa”.

Michael Bublé ha iniziato a cantare all’età di quattro anni nella casa di famiglia a Burnaby, Canada, e da allora non ha più smesso. Il suo album di debutto omonimoo è stato pubblicato su etichetta Reprise Records nel 2005. Dopo sono arrivati una serie di album multi-platino e n. 1 tra cui Call Me Irresponsible (certificato ORO in Italia); Crazy Love (certificato 3X PLATINO in Italia), To Be Loved (certificato ORO in Italia) e Christmas (certificato 7X PLATINO in Italia). Il suo ultimo album Love (certificato ORO in Italia) ha debuttato alla posizione #1 della Billboard Top 200.

Ha venduto oltre 75 milioni di album nel corso della sua straordinaria carriera.  Il suo album Christmas, uscito dieci anni fa, continua a vendere e totalizzare milioni e miliardi di stream e la sua voce è diventata l’immagine del Natale. Come performer, Bublé ha avuto un enorme successo negli ultimi decenni come uno dei artisti live più straordinari a livello mondiale con show sold out in oltre 30 paesi. Il suo tour più recente, “An Evening With Michael Bublé” del 2019-2022 è stato visto da oltre un milione di fan in tutto il mondo.  Ama l’hockey, il fantacalcio, TikTok e cantare. È il padre orgoglioso di Noah, Eli e Vida.

Gino Morabito per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More