Mast, torna il festival di musica e arti visive

Dopo la prima edizione del 2019, torna Mast, il festival di musica e arti visive che si terrà a Scicli dall’11 al 13 agosto.

Dopo la prima edizione del 2019, torna Mast, il festival di musica e arti visive che si terrà a Scicli dall’11 al 13 agosto.

Mast Festival nasce nel 2019 con l’intenzione di creare una contaminazione culturale e artistica nella cornice barocca di Scicli, gioiello della Val di Noto. Il territorio e lo stretto legame con esso sono uno dei temi centrali del festival, il cui elemento centrale è, per questa edizione, la pietra.

Il festival propone performance musicali, esperienze artistiche ed attività di scoperta non convenzionale del territorio e dei luoghi e paesaggi eclettici. Grazie anche al supporto dei preziosi partner, tra cui Redbull, Fondazione Confeserfidi, Legambiente, Scicli Albergo Diffuso e molti altri.

Mast vuole essere un viaggio, un incontro, un’esperienze unica di socialità, conoscenze e riscoperta.

Performance musicali e artistiche si intervalleranno tra i meravigliosi siti patrimonio Unesco.

Mast è anche riqualificazione urbana, infatti, ritornerà l’opera de “U Fuossu”. Una zona della città storica ma abbandonata dagli anni 70, che dal 2019 il festival si è occupato di riportare in vita. Questo tramite un’opera di pulizia e riappropriazione dello spazio da parte della comunità giovane di Scicli.

Venerdì 12 agosto ci sarà Scicli unknown, un tour non convenzionale alla scoperta della città sconosciuta nella città, muovendosi a piedi, verso una meta precisa. Senza l’ausilio di mappe o indicazioni convenzionali ma solo in base alle sensazioni e percezioni di ciò che abbiamo intorno. Durante questo tour, ci sarà un’unica tappa all’interno della chiesa della Consolazione, dove i partecipanti potranno assistere all’esclusiva performance Paesaggio, memoria, uomo. Tre momenti, tre visioni, tre performance, ognuno con la propria identità, si fondono in un’esperienza sensoriale unica.

Arte contemporanea, fotografia, design del suono e composizione musicale, con una performance inedita di Sasha Vinci, artista attivo a livello internazionale, rappresentato dalla galleria Aa29. Una esperienza immersiva sonora confezionata dal sound space designer Lorenzo Brusci insieme al polistrumentista Pietro Scardino e le fotografie di Gianni Mania.

Per quanto riguarda la parte musicale, quest’anno il focus è sulla musica elettronica italiana. On stage il producer salentino Populous per la prima volta in Sicilia, il dj/produttore/polistrumentista Bruno Belissimo, il dj Fabio Battaglia, il collettivo femminile Fluida Collective.

Gino Morabito per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More