Daniela Anahi Bessia: canto per il mio pubblico

Incontriamo Daniela Anahi Bessia, attrice, cantante e presentatrice, di origini italo-argentine. Nota per le sue esibizioni alla China Central Television.

Tra i riconoscimenti più importanti di Daniela Anahi Bessia, vi è anche il premio ottenuto allo Shanghai Excellence Awards. Parleremo di musica, di tutto ciò che ama, in questa nostra intervista.

Uno sguardo alla sua vita, ai traguardi raggiunto ed uno anche verso il futuro artistico di questa giovane donna, Daniela Anahi Bessia.

Ti ringraziamo per aver accolto il nostro invito, Daniela come procede il tuo vissuto?

Quando sono arrivata in Italia ha subito avuto inizio la pandemia. Per fortuna, adesso, l’attività artistica sta riprendendo piede, ovunque. Ho nuove canzoni da farvi ascoltare, così come video musicali ed altri progetti di cui vi parlerò in futuro.

Cantante, attrice e presentatrice. Come ha avuto vita questa tua passione per l’ambito dello spettacolo?

Nutro un grande amore per lo spettacolo, sin da bambina. Non ho mai avuto paura del palcoscenico! Il palco è casa, qualcosa di già conosciuto, per me.

Se di canto parliamo, chi ha guidato il tuo percorso artistico?

Ho avuto dei buoni insegnanti di musica al conservatorio. Se parliamo di canto, invece, ho avuto un amico ad insegnarmi i primi rudimenti, come se fosse un membro della famiglia, Oscar Del Rio. Adesso, dopo anni di lavoro nello spettacolo, ho capito che l’esperienza mi ha aiutato a trovare me stessa ed un mio stile.

Italiana soltanto di adozione, quanto amore nutri, oggi, per la nostra penisola?

Italiana di adozione non direi, la mia famiglia e veneta, cosi che il mio sentirmi a casa da quando sono qui. Ricordo ancora le domeniche in famiglia, il nostro parlare veneto a fine pranzo. Adoro l’Italia, ogni cosa che le appartiene. Ha superato tutte quelle aspettative che avevo da bambina, quando ne sentivo soltanto parlare.

Una canzone legata all’Italia che ami particolarmente?

Ho dei cantanti preferiti, come: Mina, Zucchero, Jovanotti, Giorgia, Rino Gaetano, Domenico Modugno, Umberto Tozzi, Vasco e Marco Mengoni.

Siamo a conoscenza della tua passione per la Cina. Come ha avuto vita?

Ho vissuto per dieci anni in Cina. Un’avventura pazzesca, bellissima. Sono andata lì con una borsa di studio all’università di Shanghai, e sono finita nella televisione nazionale cinese come cantante e conduttrice. Successivamente, ho ricevuto il premio dal governo, dalla televisione e dalla stampa, come l’Expat di eccellenza in Cina – Shanghai.

La pandemia da Covid19, che ha paralizzato le nostre vite, è alle spalle, ormai. Quali consapevolezze ha apportato al tuo vissuto?

Prima della pandemia, parlavo spagnolo, inglese e cinese e capivo l’italiano, senza parlarlo bene. Adesso, vi dirò, il mio italiano è nettamente migliorato. Il lockdown non mi ha permesso di vivere nella paura ed ho realizzato quanto sia davvero importante poter vivere accanto alla propria famiglia, alla natura.

Quanto ti è mancato il contatto con il pubblico in quel periodo?

Tantissimo, non sai quanto! Il pubblico ci riempie sempre il cuore di gioia. Canto per loro.

Se di futuro parliamo, cosa ti auguri di poter realizzare, un domani?

Sogno ancora Sanremo e, dopo aver fatto dei tour in Asia, vorrei fare un tour in Europa e portare la nostra musica a tutti voi. Vi ringrazio per l’attenzione e per aver condiviso la mia storia.

Alessia Giallonardo per LiveMedia24

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More