Junior Messias e la sua…Esultanza!

Siamo arrivati al decimo appuntamento della rubrica “Ad ognuno la sua…Esultanza!” Continuiamo a parlare di calcio e torniamo a parlare della nostra Serie A. E’ il turno del calciatore del Crotone Junior Messias.

La biografia

Junior Walter Messias, detto semplicemente Messias, è nato a Belo Horizonte, in Brasile, il 13 maggio 1991.

La carriera

Ruolo: attaccante

Posizione: ala destra

Altre posizioni: seconda punta

Piede: sinistro

Esordi

Formatosi calcisticamente in Brasile nelle fila del Cruzeiro, nel 2011 si trasferisce in Italia, dove già risiedeva il fratello. Per quattro anni lavora come fattorino per un commerciante di elettrodomestici e nel tempo libero gioca a livello amatoriale nei tornei dell’UISP di Torino. Nel 2015, in occasione di una partita, viene notato dal tecnico del Casale Ezio Rossi, che gli fa firmare il primo contratto e lo porta all’esordio in Eccellenza.

Con il Casale vince il proprio girone e centra la promozione in Serie D, realizzando 21 reti in 32 partite. A fine stagione l’attaccante decide di accettare la proposta del Chieri, con cui vince la Coppa Italia Serie D 2016-2017 e lotta lungamente al vertice del girone A, mancando per pochi punti l’accesso ai playoff.

Nell’estate 2017 viene contattato dalla Pro Vercelli (all’epoca militante in Serie B), che però non riesce a tesserarlo essendo vietato mettere sotto contratto giocatori privi di passaporto comunitario provenienti dal dilettantismo. Dopo qualche mese di inattività, a fine dicembre accetta la proposta del Gozzano, sempre in Serie D: nelle due stagioni e mezzo che seguono è protagonista del miglior ciclo vincente della squadra rossoblù, che, anche grazie alla sua presenza e ai suoi goal, nel 2016-2017 vince i play-off del proprio girone,; nel 2017-2018 primeggia in campionato ottenendo la promozione in Serie C e nel 2018-2019 centra la salvezza tra i professionisti. Le prestazioni con la maglia del Gozzano gli valgono l’interesse di diversi club di categoria superiore.

Nel gennaio 2019 viene tesserato dal Crotone, che lo lascia in prestito ai piemontesi fino al mese di giugno.

Crotone

All’età di 28 anni, Messias arriva quindi per la prima volta a giocare in Serie B con la squadra calabrese. Segna il suo primo gol in campionato il 29 dicembre 2019, nella vittoria casalinga per 3-0 contro il Trapani e mette a segno la sua prima doppietta per i rossoblù il 10 luglio 2020, nella partita vinta fuori casa contro il Cittadella (1-3). Conclude la sua prima stagione al Crotone con 6 gol e 6 assist, che contribuiscono alla seconda promozione in Serie A del Crotone dopo la retrocessione del 2018.

Debutta in massima serie il 20 settembre 2020, alla prima giornata, nella partita persa per 4-1 contro il Genoa. Il 25 ottobre seguente realizza la sua prima rete in Serie A, nella gara persa per 4-2 sul campo del Cagliari. Il 12 dicembre segna la sua prima doppietta in massima categoria, nella partita vinta in casa contro lo Spezia (4-1). Dieci giorni dopo firma un’altra doppietta con cui consente ai calabresi di battere in casa il Parma (2-1).

L’esultanza

L’attaccante quando segna un gol esulta sempre alzando le braccia al cielo. “Io guardo il cielo per ringraziare sempre Dio, perché la mia storia è stata scritta dalla mano di Dio – ha raccontato Messias – Dedico sempre i miei gol a Dio e oggi anche alla mia famiglia e a miei amici che vivono in un piccolo paese del Brasile e tifano per noi, senza dimenticare il nostro Sergio Mascheroni (il preparatore atletico dei calabresi scomparso in un tragico incidente durante una battuta di caccia in montagna lo scorso 2 ottobre)”.

E’ una bella storia quella di Messias, che è passato in sette anni da fare il fattorino a rivelazione in serie A. Infatti nel 2013 consegnava elettrodomestici di giorno a Torino. Di sera invece si allenava in modo amatoriale.

Junior Messias e la sua...Esultanza!
La famosa esultanza di Junior Messias
Braccia al cielo per Junior Messias
Braccia al cielo per Junior Messias

 

Tutte le puntate di “Ad ognuno la sua…Esultanza!”

 

Fonte: Wikipedia

Fonte: Il Crotonese

Foto: Luigi Canu (LivePhotoSport)

Foto: Emmanuele Mastrodonato (LivePhotoSport)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.