Terza puntata della rubrica Ad ognuno la sua… Esultanza! E’ il turno del calciatore Kevin-Prince Boateng.

La biografia

Kevin-Prince Boateng è nato a Berlino Ovest il 6 marzo 1987. E’ un calciatore ghanese con cittadinanza tedesca. Attualmente gioca nel Monza in Serie B.

Suo fratello, Jerome, gioca dal 2011 nel Bayern Monaco.

Il 2 agosto 2007 ha sposato Jenny, tedesca di padre foggiano, che lo ha reso padre di un bambino, Jermaine-Prince. Nel 2011 si è separato dalla moglie che è tornata in Germania con il figlio. Successivamente ha iniziato una relazione con la showgirl italiana Melissa Satta, che ha sposato il 25 giugno 2016 e dalla quale ha avuto un figlio, Maddox Prince.

La carriera

Ruolo: centrocampista

Posizione: centrocampista centrale

Altre posizioni: trequartista; mezza punta

Piede: destro

Hertha Berlino

Boateng è cresciuto calcisticamente nell’Hertha Berlino, nelle cui giovanili è arrivato nel 1994, all’età di 7 anni. Nel 2005 è stato aggregato alla prima squadra, con cui ha esordito il 13 agosto 2005 nella seconda giornata della Bundesliga 2005-2006.

Ha concluso la prima stagione con all’attivo 27 partite e 2 gol, mentre nella stagione successiva è sceso in campo in 26 occasioni e ha segnato 3 reti.

Tottenham

Grazie alle sue ottime prestazioni nel 2007 viene acquistato dal Tottenham. Con gli Spurs ha esordito in Premier League il 3 novembre 2007 contro il Middlesbrough e nella prima stagione ha vinto la Coppa di Lega inglese.

Borussia Dortmund

Dato il poco spazio trovato in prima squadra durante la sua prima stagione e mezza in Inghilterra, nel gennaio 2009 Boateng decide di tornare in Germania, accettando un prestito semestrale al Borussia Dortmund.

Con il Borussia Dortmund esordisce il 28 gennaio 2009 in Coppa di Germania contro il Werder Brema e successivamente gioca 10 partite in Bundesliga.

Portsmouth

Ritornato al Tottenham allo scadere del prestito, disputa una partita in Football League Cup prima di essere ceduto a titolo definitivo al Portsmouth. Esordisce con la sua nuova squadra il 12 settembre 2009 contro il Bolton (2-3), partita nella quale segna anche un gol.

 

Genoa

Nel 2010 viene acquistato dal Genoa e il giorno seguente viene ceduto al Milan.

Milan

Boateng debutta in maglia rossonera il 29 agosto 2010 a San Siro contro il Lecce, in occasione della prima partita di campionato vinta 4-0. Il 4 dicembre 2010 segna il primo gol contro il Brescia. Il 7 maggio 2011 vince il suo primo scudetto con i rossoneri a due giornate dal termine del campionato grazie allo 0-0 contro la Roma.

Il 6 agosto 2011 vince la Supercoppa italiana battendo l’Inter a Pechino, gara nella quale segna la rete del 2-1 finale.

Nella stagione 2012-2013 cambia il suo numero di maglia, ereditando la numero 10 da Clarence Seedorf.

Schalke 04

Nel 2014 viene ceduto ai tedeschi dello Schalke 04 e sceglie come numero di maglia il numero 9.
Il 5 agosto 2015 salta prima il trasferimento allo Sporting Lisbona per una questione di diritti d’immagine e il 21 agosto quello all’Al-Ittihad per non aver superato le visite mediche. Pur essendo un giocatore dello Schalke 04, rimanendo fuori rosa, il 30 settembre si accorda con il Milan per allenarsi dal 1º ottobre al 31 dicembre con la società rossonera. L’8 dicembre successivo viene ufficializzata la rescissione del contratto che lo legava al club tedesco.

 

Ritorno al Milan

Il 5 gennaio 2016 torna al Milan, scegliendo di indossare la maglia numero 72. Il 1º luglio, non avendo rinnovato il contratto, risulta svincolato e conclude la sua seconda esperienza al Milan.

Las Palmas ed Eintracht Francoforte

Viene ingaggiato da Las Palmas. Segna subito all’esordio in campionato in Valencia-Las Palmas (2-4), risultando così l’unico giocatore in attività ad aver segnato nei quattro principali campionati europei tra Serie A, Premier League, Bundesliga e appunto Liga. Nonostante il 18 maggio 2017 avesse prolungato fino al 2020, il 16 agosto rescinde con la società spagnola per motivi personali di carattere irreversibile.

Il 18 agosto 2017 passa a titolo definitivo all’Eintracht Francoforte.

Sassuolo e Barcellona

Nel 2018 passa al Sassuolo. Ma l’avventura al Sassuolo dura solo 6 mesi: il 21 gennaio 2019 si trasferisce con la formula del prestito oneroso agli spagnoli del Barcellona. Gioca 4 partite tra Liga e Coppa del Re senza poi essere riscattato dai catalani.

Fiorentina e Besiktas

Ritornato al Sassuolo dopo il periodo temporaneo con il Barcellona, viene ceduto alla Fiorentina. Esordisce con i gigliati il 24 agosto, mettendo a segno anche la sua prima rete stagionale, nella partita casalinga che vede la vittoria del Napoli per 3-4.

Il 31 gennaio 2020, dopo aver realizzato 1 gol in 15 partite, passa in prestito al Besiktas collezionando 11 presenze e 3 gol nel campionato turco.

Monza

Il 28 settembre 2020 firma un contratto annuale con il Monza, in Serie B.

Esordisce con la maglia del Monza il 3 ottobre 2020, entrando al 79′ durante il match valido per la seconda giornata di Serie B contro l’Empoli terminata 0-0. Il 24 ottobre realizza la prima rete, su calcio di rigore, nella sfida interna contro il Chievo, persa per 1-2.

Nazionale

Essendo nato in Germania da madre tedesca, ha fatto parte sin da giovanissimo di tutte le Nazionali giovanili tedesche.

Nel maggio 2010 la FIFA ha dato il via libera a Boateng per giocare nella Nazionale del paese d’origine del padre, il Ghana.

L’esultanza

Kevin Prince Boateng quando segna esulta “disegnando” con tre dita della mano destra una “M”, esultanza dedicata alla moglie Melissa Satta fin da quando erano fidanzati.

Ad ognuno la sua...Esultanza!
L’esultanza famosa di Kevin-Prince Boateng (foto Lisa Guglielmi)
Ad ognuno la sua...Esultanza!
L’esultanza famosa di Kevin-Prince Boateng (foto Alessio Morgese)

 

Prima puntata (https://www.livemedia24.com/rubrica/ad-ognuno-la-sua-esultanza/)

Seconda puntata (https://www.livemedia24.com/rubrica/ad-ognuno-la-sua-esultanza-2/)

 

Fonte: Wikipedia (https://it.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale)

Foto: Lisa Guglielmi (https://www.livephotosport.it/)

Foto: Alessio Morgese (https://www.livephotosport.it/)

Condividi