Numeri da record per il Festival della Bellezza: 35mila presenze
L’Arena di Verona con il particolare allestimento centrale del palcoscenico.

Nell’estate caratterizzata dal CoVid, numeri da record per il Festival della Bellezza di Verona, il bilancio finale parla di ben 35mila presenze. Un progetto assai affascinante e perché no, anche ardito; Quello di trasformare l’Arena di Verona in una immensa Agorà che ospita dal tramonto a notte fonda appuntamenti di riflessione filosofica e artistica.

Un progetto che, dati alla mano si è rivelato vincente e che ha saputo sconfiggere le incertezze ed i timori dettati dalla pandemia; Ma non solo, è stata anche una sfida organizzativa; Assicurare il distanziamento sociale in una struttura così ampia, non è stato di certo facile ma gli organizzatori si sono superati e hanno permesso a tutti gli spettatori, di potersi godere gli spettacoli nella massima sicurezza.

Il Festival della Bellezza chiude la sua settimana edizione con 35mila presenze, numeri da record, anche in “tempi di pace”. 17 gli eventi in cartellone, suddivisi tra Teatro Romano e Arena. Tutti costruiti attorno al tema dell’origine del senso dell’eros. Diversi i sold-out; Tra tutti va ricordato quello di Federico Buffa che ha saputo coinvolgere i 4300 spettatori dell’Arena in una narrazione sull’immensa carriera di Michael Jordan; Ma anche quelli di Edoardo Bennato e di Gianni Morandi che hanno portato sul palco tutti i loro più grandi successi.

Gianni Morandi ha ripercorso la sua lunga carriera con un racconto/concerto sul palco dell’Arena.

Un colpo d’occhio unico, forse irripetibile: l’Arena come una grande Agorà.

Un’edizione che oltre per i numeri sarà ricordata anche per un’altra peculiarità; il palco in Arena è stato montato al centro dell’anfiteatro, quasi a voler ricreare una maestosa Agorà. Questa soluzione è piaciuta al pubblico, ma anche a diversi artisti di caratura mondiale, che già hanno sondato il terreno per una eventuale disponibilità futura dell’Arena in questa configurazione.

L’edizione 2020 del Festival della Bellezza è stata dedicata all’amico Philippe Daverio, prematuramente scomparso a pochi giorni dall’inizio della manifestazione; si, amico, perché Philippe non mancava mai di partecipare al Festival della Bellezza.

Mogol sul palco del Festival della Bellezza.

Uno sguardo all’edizione 2021.

Ma non c’è tempo da perdere; Gli organizzatori sono già al lavoro per costruire l’ossatura di quella che sarà l’ottava edizione; Questa includerà progetti speciali, ed eventi unici. Alcuni di questi erano già in programma quest’anno, ma non si sono potuti svolgere per le normative relative al CoVid. Eventi come quelli programmati con Ben Harper, Patti Smith e Charlotte Rampling sono già stati confermati per l’edizione del 2021.

Teatro Romano, Arena di Verona, ma non solo; Gli organizzatori di Idem, forti del successo ottenuto quest’anno, stanno pensando di estendere la manifestazione in altre suggestive location veronesi. Il 2021 sarà l’anno delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante, gli organizzatori lo hanno sottolineato più volte; Che sia un suggerimento per una delle nuove location in riva all’Adige?

Ma gli organizzatori vogliono ampliare i propri orizzonti, e non escludono già dal 2021, di esportare quanto di buono fatto a Verona anche in altri scenari d’eccezione sparsi per l’Italia.

Qui potete trovare tutti gli aggiornamenti ini-itinere del Festival della Bellezza

Foto: Roberto Tommasini/LivePhotoMusic

Condividi