Annalisa Minetti: vi parlo dello skymano

Annalisa Minetti è una donna forte, coraggiosa, appassionata di sport e dalla voce intensa, particolare, davvero potente e bella. Ricordiamo tutti la sua vittoria a Sanremo, nel 1998, con “Senza te o con te”.

Oggi incontriamo Annalisa Minetti per parlare di uno sport importante che porta avanti da molti anni, lo skymano. Inoltre, parleremo di quel Sanremo del 1998 e del suo essere mamma e donna.

Annalisa è da sempre una donna forte, una vera combattente, attenta al sociale, a tutto ciò che ha più a cuore.

Ti ringraziamo per aver accolto l’invito di LiveMedia24, Annalisa, come procede il tuo vissuto? 

Vi ringrazio per l’invito! Sto bene, ma vivo in ansia a causa di questa guerra e per tutto ciò che potrebbe verificarsi. Mai avrei immaginato una situazione del genere, ai nostri giorni.

Ricordiamo in molti la tua vittoria a Sanremo, nel 1998, con “Senza te o con te”. Che ricordo porti con te da quell’esperienza? 

Ero davvero giovane, sfrontata, sicura che nulla potesse scalfirmi. La vittoria mi aiutò nel convincere mio padre a lasciarmi perseguire la strada del canto. Prima di allora, era incredulo, non convinto del fatto che potessi diventare davvero una cantante.

Cosa ti piacerebbe realizzare, in futuro, in ambito musicale? 

Mi piacerebbe creare la giusta strada affinché i giovani possano dare adito al loro amore per la musica. Creare, dunque, dei duetti adatti a favorire tutti coloro che hanno questa passione per il canto.

Fondamentale, nel tuo quotidiano, lo sport, tanto da portarti a prendere parte a delle maratone. Vuoi parlarcene? 

Si, lo sport per me è fondamentale. Lo sport è reale equilibrio, inclusione, qualcosa che ti permette di ritrovarti, sempre. Penso sia necessario fornire più spazio possibile a questa disciplina, specie nelle scuole. I giovani hanno bisogno di cercare la propria coscienza, attraverso un mezzo così inclusivo, comunicativo. Un qualcosa di utile anche a gestire la rabbia, che caratterizza ognuno di noi.

Annalisa Minetti ci parla dello skymano, lo sport da lei creato.

Ti andrebbe di parlarci, nello specifico, dello skymano, lo sport da te creato? 

Lo skymano è nato ben quindici anni fa. Si tratta di uno sport che, indistintamente, porta tutti coloro che vi prendono parte a restarne partecipi, nella loro postazione. L’unico movimento concesso è quello delle gambe, senza muoversi dal proprio posto. Uno sport, ad ogni modo, competitivo, caratterizzato da due squadre che si affrontano, senza dimenticare che ognuno ha la sua diversità che, in quel frangente, resta protagonista.

Da anni sei mamma. Come riesci a tenere insieme i così tanti aspetti del tuo vissuto, musica, sport e famiglia? 

Sono una donna, molto semplicemente. Le donne riescono in tutto. Sono il motore di ogni cosa, nella vita, nella famiglia.

Cosa puoi anticiparci sul tuo futuro artistico? 

Condurrò due nuovi programmi, prossimamente. Uno è stato fermato per via della guerra, datosi che avrebbe dovuto avere il suo inizio proprio a Mosca. L’altro, invece, parla di cucina. Si chiamerà “Ricette Stellate Italy”. Saprò dirvi di più prossimamente.

Alessia Giallonardo per LiveMedia24

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More