Trionfo azzurro a Pechino: Goggia e Delago a podio

Azzurre in festa dopo la discesa libera di oggi a Pechino, con i successi di Sofia Goggia, reduce dell’infortunio di Cortina e Nadia Delago, al suo esordio olimpico.

Da non dimenticare anche l’ottimo risultato di Elena Curtoni, arrivata quinta dopo aver regnato per i primi 10 pettorali scesi durante la gara.

Gara molto impegnativa per le atlete, condizionata dal forte vento che ha anche portato ad un rinvio di 30 minuti sul programma originale.

Sorelle Delago molto contente per il successo di Nadia, alla sua prima partecipazione olimpica, la quale non aveva ancora ottenuto alcun successo in Coppa del Mondo (miglior piazzamento 4a nella gara di Zauchensee-Altenmarkt) ma che con la gara di oggi porta a casa il suo primo bronzo.

 

Nadia Delago in una foto d’archivio (foto LM / Luca Tedeschi)

 

Primo posto per la Svizzera Corinne Suter (medaglia d’oro anche ai Mondiali di Cortina 2021), che ha ottenuto un distacco di 16/100 da Sofia Goggia e 57/100 da Nadia Delago ottenendo così il quarto oro per gli elvetici con un grande recupero di 34/100 nell’ultima parte di tracciato.

Ottima prestazione di Sofia Goggia, reduce dal pesante infortunio di Cortina (raccontato qua da Giorgio Panacci) che aveva messo in discussione la partecipazione della bergamasca ai Giochi Olimpici, la quale è riuscita a fare un recupero in tempi record (solamente 23 giorni) ed è riuscita a partecipare alla sua gara, scegliendo il pettorale numero 13, lo stesso indossato nella gara nel comprensorio Veneto nel quale aveva subito l’infortunio, lasciandosi in un urlo liberatorio all’arrivo della “Rock” di Pechino supportata dal suo Skiman Barnaba Greppi.

Dopo la gara l’Italia rimane in 11a posizione nel medagliere, preceduta dalla Francia e davanti al Giappone ma arricchita di un ulteriore argento e di un bronzo.

 

Report ufficiale disponibile su olympics.com

Olimpiadielena curtoninadia delagonicol delagopechino 2022giochi olimpicibeijingsciSofia Goggiadiscesa libera
Comments (0)
Add Comment